La «ruina» di Roma. Il sacco del 1527 e la memoria letteraria

La «ruina» di Roma. Il sacco del 1527 e la memoria letteraria

In questo studio l'autrice analizza una serie di opere letterarie legate al terribile saccheggio compiuto a Roma nel 1527 per mano dei lanzichenecchi imperiali. La selezione e l'attraversamento dei vari materiali testuali sono stati compiuti tenendo sempre presente la matrice originaria di ogni successivo "discorso" sul sacco, ossia quella memoria collettiva che preesiste alle concrete e individuali realizzazioni artistiche e letterarie. Prefazione di Alberto Asor Rosa.

Nessuno fino ad oggi si era cimentato nella ricostruzione della storia di questo cognome per cui era caduto nel dimenticatoio. Resurrezione e' il titolo giusto anche per questa storia. Perche' di vera resurrezione si tratta. Resurrezione e' il titolo giusto anche per questa storia. Perche' di vera resurrezione si tratta. Nessuno fino ad oggi si era cimentato nella ricostruzione della storia di questo cognome per cui era caduto nel dimenticatoio. Resurrezione e' il titolo giusto anche per questa storia. Perche' di vera resurrezione si tratta. Resurrezione e' il titolo giusto anche per questa storia.

Perche' di vera resurrezione si tratta. Nessuno fino ad oggi si era cimentato nella ricostruzione della storia di questo cognome per cui era caduto nel dimenticatoio. Nessuno fino ad oggi si era cimentato nella ricostruzione della storia di questo cognome per cui era caduto nel dimenticatoio.