L' arte dell'abbraccio. L'importanza di costruire legami

L' arte dell'abbraccio. L'importanza di costruire legami

Le parole del buddismo e dei grandi poeti svelano la forza rivoluzionaria degli affetti e delle vere relazioni per sconfiggere ansie e paure e fare della propria vita un faro di positività. «Se accendi una lampada per qualcuno, la sua luce illuminerà anche il tuo cammino.» - Nichiren «Quando le amicizie sono reali, non sono filamenti di cristallo o ricami di brina, ma la cosa più solida che conosciamo.» - Ralph W. Emerson «Una singola parola di incoraggiamento può cambiare drasticamente la vita di una persona. Incoraggiare gli altri significa aiutarli a far brillare la loro forza interiore.» Ispirato alle parole di poeti e pensatori, questo libro è un elogio alle relazioni che danno un senso alla vita. Sono le relazioni che ci legano ad amici e genitori, agli insegnanti, ai grandi artisti e scrittori del passato che vivono ancora nelle loro opere. O il legame con la natura e con le tradizioni. Il dialogo tra il grande pensatore e maestro buddista Daisaku Ikeda e la studiosa Sarah Wider mette in luce il valore di costruire legami e tesse le lodi di coloro che si impegnano a gettare ponti, dai grandi poeti alle persone comuni. Le donne soprattutto, con le loro azioni quotidiane, hanno un particolare dono per mettere le basi per la pace e l'armonia. Le parole di saggezza dell'insegnamento buddista si fondono alle suggestioni della poesia per guidarci costruire una rete di relazioni autentiche, a partire da quella con se stessi.

1-bis) il dr. indice dei racconti. 1) g. rodonaia, morto per 3 giorni e resuscitato sul tavolo autoptico. e. L’abbraccio è per Andrea il gesto, che gli permette di trovare punti di riferimento stabili, in un mondo per lui sempre più inestricabile.

e. L’abbraccio è per Andrea il gesto, che gli permette di trovare punti di riferimento stabili, in un mondo per lui sempre più inestricabile. rodonaia fece diagnosi di frattura su un neonato durante la sua nde. indice dei racconti.

e. rodonaia fece diagnosi di frattura su un neonato durante la sua nde. rodonaia, morto per 3 giorni e resuscitato sul tavolo autoptico. e. rodonaia, morto per 3 giorni e resuscitato sul tavolo autoptico. 1-bis) il dr.